I rischi psicosociali lavoro-correlati riguardano alcuni aspetti che potenzialmente possono provocare anche seri danni sia psicologici che fisici.

Tali fenomeni spesso si presentano in modo multiforme ma hanno come denominatore comune condizioni di rischio psicosociale; pertanto tali fenomeni vanno valutati al fine di individuare eventuali carenze nell’ambito dell’ambiente del lavoro. Dati recenti indicano che i rischi psicosociali sono tra le più importanti sfide del mondo odierno per la salute sul posto di lavoro e sono strettamente correlati a problemi quali stress correlato al lavoro, violenza, vessazioni e mobbing sul luogo di lavoro.

Come riferito dalla European Foundation for the Improvement of Living & Working Conditions (2007), lo stress lavoro-correlato è tra le cause più comuni di malattia riferito ad oltre 40 milioni di lavoratori in tutta la UE e si sottolinea come il 6% della forza lavoro in EU sia stata esposta a violenza fisica, il 4% a violenza da parte di altre persone e il 5% a episodi di mobbing e/o molestie sul luogo di lavoro nel corso degli ultimi 12 mesi.

Una check list per l’individuazione degli indicatori del rischio è lo strumento suggerito anche dalla normativa vigente per la valutazione delle condizioni di rischio e per la prevenzione di condizioni di disagio organizzativo. Tale check list è necessaria anche al fine di ottemperare al D.Lgs. n. 81/2008.

RICHIEDI MAGGIORI INFORMAZIONI

Commenti